La 4° Rivoluzione Industriale

Se prima le macchine facevano solo i compiti pesanti per l’uomo ora con la quarta rivoluzione industriale tra algoritmi e robot le teste a cadere sono quelle dei “colletti bianchi”. In passato l’aumento della produttività data dalla tecnologia si trasformava in ricchezza: se uno perdeva il lavoro in manifattura poi si riciclava nei servizi. Ma ormai le macchine corrono troppo in fretta e distruggono più posti di lavoro di quanti ne creino.
All’interno di questo scenario la grande assente è la politica, nazionale e internazionale, incapace di affrontare i VERI problemi del lavoro, forse perché sarebbe necessaria maggiore lungimiranza … ma purtroppo questa è direttamente proporzionale alla lunghezza del loro mandato.