Ai due lati delle carreggiate autostradali corrono sotto l’asfalto 15.000 km di fibra ottica, la banda larga partecipata dallo Stato Italiano. La terza dopo Open Fiber e Tim. Ma ci sono due grandi DIFFERENZE rispetto ai loro concorrenti: la prima – è una infrastruttura destinata alle Aziende (finalmente) compreso tutte quelle aree industriali lontane dai centri urbani. La seconda – non si tratta di fibra spenta (come openfiber) ma di fibra accesa ovvero comprensiva dell’erogazione del servizio.

Irideos è questo il nome del “terzo incomodo” partecipato per l’80% da F2i e per il 20% da Marguerite.

Per saperne di più