DIFFERENZE TRA FIBRA SPENTA E ACCESA

Capita anche a voi di sentire frasi del tipo: “So che qui lungo la strada passa la fibra ottica, non possiamo allacciarci?”

Risposta: “Certo, se fosse una condotta dell’acqua basterebbe un raccordo ed una saracinesca … ma non si tratta di acqua! …”

Sono almeno due anni che il termine fibra ottica ci viene propinato in tutte le salse e a parte gli addetti ai lavori, sono molti quelli che, anche a causa di pubblicità ingannevoli, non sanno cosa sia realmente questa tecnologia e come funziona.  Ad esempio, alcune società come OpenFiber offrono il “cablato” (il cavo in fibra) senza l’infrastruttura necessaria per far viaggiare il segnale ottico, (fibra spenta). I provider dei servizi a quel punto possono affittare o acquistare l’infrastruttura ampliando la loro copertura ed erogando il servizio. Di contro, le offerte di fibra accesa sono comprensive del cablaggio e del servizio (i POP), come ad esempio l’ultima arrivata Irideos, ex infracom, che sebbene possegga una rete in termini di Km decisamente inferiore a Tim, ha la caratteristica di essere strategica per molte aree industriali, fino ad oggi messe da parte da molti piani destinati alla digitalizzazione.